Mary Shelley

12 luglio 2010


Ho scoperto che questa donna, nota a molti per aver scritto Frankenstein, moglie del grande poeta Shelley, era una figura veramente affascinante.
Giovedì scorso ho interpretato, per le strade della città in cui Shelley è morto ed è stato cremato, il fantasma di questa donna in anticipo sui tempi.
Qualche tempo fa avevo parlato di quanto sia stimolante, affascinate e divertente, studiare i personaggi, cosa che ho imparato nel corso di teatro. Fare il fantasma di un personaggio è ancora più difficile...ma devo dire esperienza veramente intensa....
C'è stato un momento in cui per le stanze buie e le scale poche illuminate di un palazzo ottocentesco, con il vestito svolazzante, mi sono sentita evanescente, mi sono sentita fantasma...
Ho visto le riprese e mi sono fatta paura da sola...:-)
Sto entrando in punta di piedi in un mondo veramente affascinante...studiare e vestirsi di un personaggio è bellissimo...dovrò lavorare sull'essere quel personaggio davanti ad un pubblico.

"...invano ho tentato di far rivivere il tuo cuore...ho cercato nei reconditi anditi della mia anima, nelle notti tenebrose piene di paure, di trovare un corpo senz'anima e senza vita, per cucirci dentro il cuore immortale di un poeta che mai questa terra potrà dimenticare..."

(la leggenda narra che nonostante il poeta sia stato cremato, il suo cuore non è bruciato...è stato portato dagli amici di Shelley, Bayron ed altri, alla sua amata Mary. Quando Mary è morta in Inghilterra, con lei è stato sepolto anche il cuore di Shelley...la nascita di Frankenstein quindi potrebbe avere anche risvolti poetici...)

15 Hanno subito L'Incantesimo:

Anna Righeblu ha detto...

Mi affascina quello che scrivi (se ho capito bene...) del tuo modo di sentire il personaggio quando entri nel suo "guscio"...
Il personaggio di Mary Shelley mi incuriosisce, approfondirò.
:-)

Stefano ha detto...

Wow...una ripresa? una foto?
:)

zefirina ha detto...

dev e essere stato emozionante ...bella sensazione

Stefano ha detto...

Non sapevo della leggenda sul "cuore" affascinante.
Ricordo ancora il Frankestein interpretato da Boris Harloff,visto quando ero piccolo,e poi quello interpretato da Robert De Niro del 1994.Belli entrambi,anche se quello del 1994 ha una scenografia pazzesca per quanto e' bella.
Byee!:)

dawoR*** ha detto...

Credo ti piacerebbe molto Topolò.
Se vuoi - dura fino al 18 luglio - ti ci porto volentieri,basta che arrivi fino UD o TS / è una full immersion nell'Arte e nella Natura / ecco il link : http://stazioneditopolo.it/

:) dawoR***

flyss ha detto...

recitare dev'essere una bella sensazione...in maniera minore la provo leggendo :-)

articolo21 ha detto...

Uh che bella storia questa. Non la conoscevo. Grazie.

Baol ha detto...

Quel racconto lo ha anche scritto per gioco...

Bruja ha detto...

Si narra che Mary passasse le notti di pioggia con gli amici a raccontare storie di paura... Una notte per gioco decisero di scrivere ognuno un racconto: nella stessa notte pare siano nati Frankenstein e Dracula..:-)

siberia ha detto...

ti consiglio di guardare "Gothic" di ken russell.. parla proprio della famosa notte in cui sarebbero stati "creati" frankenstein e dracula, nella villa sul lago di ginevra.
:)

Suysan ha detto...

Deve essere affascinate recitare...

chechimadrid ha detto...

che meraviglia!!!

chit ha detto...

Ma quanto ci costa una breve ripresa o uno scatto rubato di questa magnifica esperienza??? :-D

Felipegonzales ha detto...

Ti ho assegnato il Premio Dardos, ciao

Itsas ha detto...

bel post
si vede che ami recitare

ti seguirò più da vicino...

 
La Bruja - by Templates para novo blogger 2007