Festività...Varie...

29 dicembre 2007

Passato questo Natale, mi sono fatta una domanda: cosa significa ai nostri tempi questa ricorrenza?
Antichi popoli, legati alle forze della Natura, attenti a cogliere i cicli del tempo, rispettosi dei ritmi scanditi dal Sole e dalla Luna, in questo periodo festeggiavano la vittoria della Luce sulle Tenebre, a partire dal Solstizio d'Inverno fino al 25 Dicembre i giorni erano dedicati al Sole...la cultura dei Romani non perse l'occasione di inglobare una tradizione molto sentita nei paesi Nordici...e con l'avvento del Cristianesimo...bhè...ci siamo trovati il Natale...
se mi guardo in giro proprio non riesco a capire oggi che significato si possa dare a questa ricorrenza...a parte le abbuffate, lo scambio di regali...e a volte retorici auguri scambiati tra persone i cui rapporti si limitano alla superficialità...
Il mio Natale invece è stato di recupero delle mie radici...di osservazione della natura...di contatto vero con la terra...e con la mia famiglia, che davvero ha un collante unico e fortissimo...e ancora una volta mi è dispiaciuto non aver conosciuto il mio bisnonno, uomo che aveva conoscenze enormi....so solo che la notte di Natale passava ore a cavallo della mezzanotte fuori, con un lume...al suo rientro con poche parole diceva con estrema precisione l'andamento dell'anno per i raccolti...Sono alla disperata ricerca di qualcuno che abbia almeno in parte la conoscenza che aveva lui...che aveva tramandato oralmente a mia nonna, ma anche lei non ha avuto molto tempo per dirmi tutto...ma è proprio difficile...certe cose haimé non si trovano digitando la parola chiave su Google...
Passando alla prossima festa che ci aspetta...il Capodanno...bhè che dire...come ogni inzio, si coglie l'occasione per buttarsi dietro le spalle tutto ciò che non ci piace e si fanno tutti i riti propiziatori per accalappiarsi lo sguardo benevolo della Fortuna...io ne approfitterò per fare il punto della situazione...e per i miei nuovi buoni propositi...;-D
A tutti allora Buon 2008...mah...l'otto è un numero che non mi piaceva, nonostante sia onnipresente nella mia vita...l'otto è il numero del trionfo della verità...il numero che indica il raggiungimento di una stabilità lunga e duratura...chissà...in fondo non è poi così bruttino come sembra...però è bisestile...non depone a suo favore...bisognerà impegnarsi molto...mi sa...

Ascoltare....sempre...

11 dicembre 2007

Ah...gli acciacchi dell'età...
Eccomi qui....ho avuto un periodo veramente pieno di impegni...ho scorrazzato a destra e a manca, come se non bastasse quest'anno babbo Natale, che ha una filiale da Riva del garda, ha avuto bisogno di aiuto, e mi ha convocato qualche giorno per aiutarlo a fare pacchetti e a pianificare il viaggio migliore ( sono una esperta nella risoluzione del famoso problema del Commesso viaggiatore...quello del percorso migliore per coprire un certo numero di tappe...)...insomma...impegno su impegno, ho dimenticato una cosa fondamentale per una strega...quella di ascoltare attentamente quello che il coprpo dice, con il suo linguaggio ovviamente...errore imperdonabile...perchè tira tira...alla fine la corda si spezza...
e così da sabato scorso, visto che i messaggi che arrivavano dalla testa o dallo stomaco non venivano percepiti, di colpo il mio corpo ha preso il sopravvento...piano piano dico che sto un pò meglio...ma la testa martella ancora in modo allucinante...e ancora non riesco a mangiare regolarmente...e dire che io avevo preso due giorni di ferie per riposarmi...ma evidentemente l'ho fatto troppo tardi...
Il problema fondamentale è che a volte ci si lascia prendere da vortici...soprattutto in periodi intensi come quello che precede il Natale...lo si può trovare anche eccitante...gratificante...ma di fondo resta il fatto che non siamo fatti per vivere in questo modo...il nostro corpo è uno scrigno prezioso che avvolge qualcosa di ancora più prezioso...parola di strega....:-)

Post...PIccante...

06 novembre 2007

Eh sì...decisamente piccante...:-)
Cosa si fa nelle domeniche di novembre...quelle un pò uggiose...quelle dei primi freddi...quelle che invogliano a stare in casa e a coccolarsi un pò?...Una strega fa esperimenti...di qualsiasi genere...
Devo dire che gli esperimenti ai fornelli sono sicuramente quelli più divertenti...e a volte sono anche quelli che hanno maggior efficacia...
Ultimamente mi è tornata la voglia di fare i biscottini...ovviamente stregati...ho fatto due esperimenti che mi hanno dato soddisfazione...voglio così suggerirvi queste due ricettine facili facili...non posso dire l'incantesimo da pronunciare mentre si preparano e neanche lo scopo della preparazione....ma in fondo con un pizzico di sensibilità e con un pò di quella magia che ognuno ha dentro, non è difficile indovinare....:-)
Bastoncini Stregati
250 grammi di farina, 125 grammi di zucchero di canna, 100 grammi di burro, 1 uovo, 1/2 bustina lievito, buccia di arancia grattugiata, 1 cucchiaio abbondante di cannella, una manciata abbondante di pepe bianco, un pizzico di sale.

La preparazione è molto facile....quella classica dei biscotti di frolla....
Questi altri biscotti invece hanno la preparazione più complessa...ma ne vale la pena...

Resistimi...se ci riesci....
200 grammi di cioccolato fondente, 350 grammi di farina, 120 grammi di cacao amaro in polvere, 1 cucchiaino di peperoncino in polvere, 80 grammi di burro, 120 grammi di zucchero, 1 uovo, 1 bustina di vanillina, un pizzico di sale

Sciogliere il cioccolato a bagnomaria con 50 gr di acqua; setacciare la farina con il cacao e il peperoncino e il sale; montare il burro con lo zucchero, aggiungere un uovo e la vanillina e la farina setacciata con il cacao. Lavorare fino ad ottenere un composto morbido.
Ottenere una sfoglia di mezzo centimetro di spessore e ritagliare tanti cuoricini da far cuocere in forno a 180° per sette o otto minuti....

I miei consigli si fermano qui...ora usate voi la fantasia....


Giù la maschera....

30 ottobre 2007

...Cappelli...
...ragnatele...
...occhi neri...
...occhi profondi...
...buio...
...nero...
...viola...
...notte di mistero...
...notte di magia...
...paura...
...l'ignoto...
...questa è la notte in cui tutto è possibile...
...attenti...
...stanotte non c'è bisogno di maschere per essere se stessi...

Atti del Convegno - Parte II

17 ottobre 2007

Buongiorno bloggers...gli atti del convegno latitano...ma sono veramente in un periodo in cui mi è difficile trovare tempo per riflettere e riordinare le cose...compresi i pensieri...questo inizio d'autunno è veramente pieno, anzi no...strapieno di impegni...comunque, siccome sono una bruja di parola...ho detto che pubblicavo gli atti...e terrò fede alla parola data...
bene bene...dove eravamo rimasti? ah sì...avevo stilato l relazione del terzo giorno...ora viene il bello...:-)

Giorno 4
Bene bene...il gruppo è al completo...si può dare inizio ai riti...a quelli più impegnativi...
Allora...giornata ideale per le Streghe...Eolo era in forma...decisamente...le streghe assistite dall'ottima (e unica...) presenza maschile, si recano a bordo della Multipla, di cui ormai tutti i segreti sono stati svelati..., in una spiaggia che ha un fascino particolare...dune di sabbia bianchissima, spazzate dal vento...il vento ha energie contrastanti...se da un lato ha in sè il concetto stesso di libertà, se ti carica e ti ispira a correre a braccia aperte, dall'altro ha in sè anche una forza inversa...il vento può contrastarti nella tua corsa...può limitarti...e soprattutto, quando ti riempie i capelli e gli occhi di sabbia...direi che è proprio poco piacevole....ma tant'è...le streghe sono tutt'uno con le forze della natura....
Dopo il rito del vento, c'è stato il Grande Sabba, in un posto perfetto per fare ciò...un bellissimo nuraghe...mhhhh...quante energie in quei luoghi...il sabba è stato perfetto...guardate qui che cerchio magico...
Energie che vanno...eh sì...dopo un lauto pranzetto bisognava assolutamente rilassarsi: gita a Carloforte...con cenetta a Calasetta....:-)
Giorno 5
La giornata numero 4 è stata decisamente impegnativa...quindi lunedì mattina ce la siamo prese con calma...lento risveglio e scambio di opinioni riguardo a vari rimedi, pozioni ed incantesimi...le conoscenze vanno allargate assolutamente tramite i confronti diretti...:-)
Il pomeriggio AVVVVVVVVENTURA!!!!!
A bordo di una mitica 500 (originale!!!!) ci siamo trasferite in un posto stupendo dove ci siamo dedicate all'osservazione delle erbe e alla raccolta di quelle che potevano essere utili per le nostre pozioni...:-)
Alla vostra sinistra potete ammirare l'ammasso di tre streghe più l'accompagnatore stipati nella mitica...alla vostra destraa invece il paesaggio che ammiravamo durante la gita...'botanica'...

Giorno 6
Il convegno è arrivato al suo ultimo giorno...i lavori sono arrivati al termine, quindi le streghe sono libere di fare nella mattinata sono libere di fare quello che meglio credono...il gruppo si divide in due...due streghe ammaliate dai raggi del sole si trasferiscono in spiaggia a crogiolarsi al sole e a fare l'ultimo bagno della stagione...le altre due si dedicano allo shopping...immaginario...:-)
Nel pomeriggio...meste e tristi, a bordo di un trenino le tre streghe si avviano verso Cagliari...all'aeroporto il cartello di MIR, figlio di KNOR le fa sorridere ancora una volta...
Sembra quasi che non voglia una fine questo bellissimo convegno...l'aereo (stranamente...) ha più di un'ora di ritardo...a testa bassa aspettano in aeroporto...senza priority è dura anche l'attesa...ma niente paura...lo sconforto dura poco...gli occhietti cominciano subito a brillare non appena si comincia a parlare del prossimo convegno...dove sarà?...non importa dove...l'importante è essere insieme, condividere e immergersi in nuove realtà...



Atti Convegno - Parte I

30 settembre 2007

Come già anticipato e come da molti richiesto, siamo a pubblicare gli atti del convegno di alta stregoneria tenutosi a S.Antioco dal 20 al 25 Settembre 2007.

Parte Prima
Giorno 1
In prima istanza sono partite due delle tre streghe, visto che la terza in un alto momento di lucidità ( a rigor del vero coadiuvata dalla sottoscritta non meno lucida di lei...) aveva fissato la data di partenza per il 20 Settembre dicendo che le sembrava la data perfetta visto che lei era occupata in un convegno ( di quelli seri però su qualcosa riguardante funghi credo...ma ammetto correzioni) a Perugia dal 18 al 21...(???!!!).
Vabbè che siamo a livelli avanzatissimi nella pratica di atti magici, ma il dono dell'ubiquità in questo caso lo abbiamo un attimino sopravvalutato...;-)
Comunque le due streghe arrivanop all'aeroporto accompagnate da un amico (punto di ritrovo un sexy-shop....non pensate male...ma pare sia l'unico posto dove non c'è parcheggio a pagamento nella città della torre pendente....)
All'aeroporto prima disquisizione di altissimo livello...fermare lo stomaco che reclamava attenzioni con un sano pezzo di pizza o cedere ad una tentazione di 'tedeschite'?
Ha vinto la seconda...cappuccio e brioche...
A bordo della turbo-scopa della Ryanair partiamo alla volta di Cagliari...volo perfetto e atterraggio in perfetto orario.
Il comitato di accoglienza era degno delle migliori star...comodamente legate con le cinture di sicurezza della Multipla (che richiedono una laurea in ingegneria aereospaziale per essere montate) vengono portate a destinazione....
Ora di arrivo a S.Antioco 23.00...giusto in tempo per piluccare qualche cosa da mangiare prima di arrivare all'ora delle streghe per mettere a punto i piani del convegno...
Giorno 2
La giornata sull'isola è meravigliosa...all'unanimità viene deciso che la sede delle disquisizioni sarà la spiaggia di Maladroxia...il tempo di allestire sulla spiaggia la postazione, e poi subito ad espletare il rito della purificazione in un'acqua semplicemente meravigliosa...
La sottoscritta ammette di subire tantissimo il richiamo delle forze del mare di Sardegna...e contrariamente a quanto accade di solito, si lascia andare e richiamata dal magico mondo sottomarino, riesce a mettere anche il viso sott'acqua...
Le disquisizioni sugli ultimi studi fatti continuano sulla spiaggia...fino a quando i richiami della parmigiana non si fanno talmente forti da impedire ogni resistenza...
Al pomeriggio la seduta riprende, le attenzioni però si rivolgono non alle esperienze personali delle partecipanti, bensì all'osservazione degli ignari bagnati...
La serata si conclude nell'alloggio davanti a formaggi e salumi tipici innaffiati da un nettare rosso di notevole bontà.
Giorno 3
La giornata è ancora stupenda...il trio decide che è ottimo esercizio immergersi nella realtà locale per fare pratiche di osservazioni...cosa c'è di meglio di un mercato per fare ciò?...
Esauste dopo una mattinata di intensa concentrazione, il pranzo offre un notevole conforto seguito da un'ora di meritato riposo, in preparazione del successivo impegno.
A bordo della Multipla (stavolta le cinture sono risultate di più facile utilizzo) il trio coadiuvato dall'ottimo aiuto dell'unica presenza maschile, si trasferisce in quel di Cagliari...
La città merita di essere vista...e dopo un pomeriggio di 'acculturamento' di nuovo all'aeroporto ad accogliere l'ultima delle streghe...
Il montaggio delle sua cintura di sicurezza è risultato altrettanto complicate delle altre due, ma alla fine si parte diretti...udite udite...alla volta di un locale diciamo non proprio tipico del luogo...una specie di saloon dove però le bistecche di cavallo e di manzo con le patatine sono sicuramente degne di Tex Willer...

E la fiamma tornò a bruciare...

19 settembre 2007

Eh sì...è durata poco la tregua...riparto...di nuovo in volo...
Tirata a lucido la scopa, preparata la sacca con tutto l'occorrente domani sera in compagnia di una delle due socie si planerà...abbandoneremo il Continente per atterrare su un'isola meravigliosa...l'altra socia ci raggiungerà sabato...terremo un consiglio ad altissimi livelli di stregoneria buona...4 streghe di classe superiore...ne beneficeranno sicuramente gli abitanti del luogo...non per essere modeste...:-)
Il consiglio durerà una settimana circa, giorno più, giorno meno...spererei di tenerlo su qualche stupenda spiaggia assolata di giorno e davanti a qualche buon piatto e bicchiere di vino, di notte...
Bene...gli atti del congresso verranno pubblicati prossimamente...




Emozioni....da Brividi...

15 settembre 2007

Quante storie ci passano accanto...sono lì...sulla bocca di tanta gente...eppure nessun suono arriva a te...e ti perdi per questo la possibilità di ascoltarle...ti perdi la possibilità di entrare dentro di loro...ti perdi la possibilità di porti delle domande...di capire qualcosa di più degli altri e di te...di emozionarti ancora una volta...
Da più di dieci anni vivo in questa città che nonostante sia talmente diversa dai miei luoghi natii, mi è entrata dentro...ne amo soprattutto il mare...ne amo la vitalità, ma anche la pigrizia a volte...e ne amo le belle persone che conosco...
Ma non ne conosco le storie...e questo mi dispiace...
Ieri notte, grazie ad una nuova persona che ho conosciuto, sono stata ad ascoltare una storia su questa città...una storia che ha visto la sua nascita un secolo fa più o meno...e che come tutte le cose, mischia realtà e fantasia, fatti e immaginari...una storia che parte da una statua su una tomba e si espande...racconti di vita di un tempo lontano...ma intatti nel fascino anche oggi...
E il racconto, accompagnato da musica, si è tenuto in un luogo decisamente suggestivo...uno stupendo orticello recuperato allo scempio dell'abbandono, accanto al cimitero...
Si si...avete capito bene...di notte accanto al cimitero...e alla fine era d'obbligo andare a vedere la statua attorno alla quale sono nate le storie...e così...passeggiata notturna nel cimitero...l'emozione è stata fortissima...talmente forte che fisicamente mi sentivo come se la mia pelle fosse attraversata da scariche elettriche...curiosità....paura...e sorpresa per la scoperta di un posto che non immaginavo così bello da un punto di vista artistico...il liberty domina tutta la città...non pensavo fosse anche nell'arte funeraria...
La bimba che aspetta ha incantato ancora...

Per i curiosi...il MeMe...

09 settembre 2007

Ah...la curiosità...e perchè no...anche la voglia di parlare un pò di me...
Ecco a voi il MeMe più curioso della breve storia di queste strane...catene di S.Antonio virtuali...:-)

1) che ora è: ma che domande...ad una Bruja poi...

2) nome: ...quello vero?...devo dirlo?...inizia con la P...è di 5 lettre...ed è mooolto comune...

3) compleanno: 18 Aprile

4) segno zodiacale: ARIETE ascendente Cancro

5) tatuaggi: nessuno...perchè torturarsi?

6) piercing: mi hanno ingannata da piccola in questa vita e mi ritrovo le orecchie 'bucate'...ma non mi dispiace...

7) sei innamorata?: non so

8) ti piaci interiormente?: abbastanza...

9) hai già amato al punto di piangere per qualcuno?: ehhhhh....mari ...oceani di lacrime...

10) hai mai fatto un incidente con la macchina?: vero e proprio no...una volta uno è caduto dal motorino e voleva incolpare me...ma niente da fare...:-)

11) hai mai avuto una frattura? Mai...tutta intera...:-)

12) Pepsi o Coca-Cola?: ....se devo proprio scegliere...Coca...

13) Whisky o Vodka?: Cognac...un mondo di sensazioni e sapori...

14) ti fidi dei tuoi amici?: ciecamente...:-)

15) colore preferito per l'intimo?: bianco pratico...nero e ricercato...per ...occasioni speciali...ma non disdegno qualche ... stravaganza...;-)

16) numero preferito?: adoro il 9...ma nella mia vita non so perchè, è l'8 il numero che si ripete...comincio ad apprezzarlo...d'altra parte è lo stesso simbolo dell'infinito...

17) tipo di musica preferito?: domanda difficile...dal jazz, al pop, passando per Mozart...:-)

18) doccia o bagno?: doccia quotidiana...bagno...mhhh...relax e lussuria...

19) cosa odi?: ignoranza e presunzione

20) come ti vedi nel futuro?: non riesco a concepire la mia vita tra dieci o venti anni...mi piace impegnarmi nel presente...spero di essere solo soddisfatta di quello che ho fatto...

21) da chi hai ricevuto questo test?: da Elle

22) fra i tuoi amici chi vive più lontano?: se si parla di amicizia...non so quantificare tra la puglia e la sardegna...

23) cosa apprezzi di più nei tuoi amici?: la sincerità e l'intelligenza

24) chi è più lento?: in che senso? tra le persone che conosco ce ne sono alcune che batterebbero i bradipi...;-)

25) cosa cambieresti nella tua vita?: ...in fondo poche cose...giusto qualche ritocchino...una pennellatina quà...una lì...ma l'affresco principale lo lascerei così...

26) sei felice?: la felicità è uno stato breve e intenso...ci sono momenti in cui sono felicissima...altri un pò meno...

27) proverbio preferito?: chi fa da sè fa per tre...e ho detto tutto...

28) libro preferito?: non posso sceglierne uno...ne leggo tantissimi...e ognuno di loro ha qualcosa che me lo fa amare...

29) di che cosa hai paura?: ....la paura vera è quella dell'acqua...non nuoto...e sono consapevole di quello che mi perdo...

30) la prima cosa che pensi quando ti svegli?: cosa ho sognato?

31) il tuo film preferito?: ecco un'altra di quelle cose difficili da decidere...direi 'la foresta dei pugnali volanti'

32) se potessi essere qualcun'altro chi vorresti essere?: non mi piacerebbe essere qualcun altro...mi piaccio troppo...certo qualcosina in più mi piacerebbe averla...ma di fondo vorrei essere me stessa

33) cosa c'è appeso al muro della tua camera?: cubi di legno colorati e fatti da me pieni di libri

34) cosa c'è sotto il letto?: il casco...;-)

35) dove ti piacerebbe andare?: dovunque...dovunque c'è vita...

36) chi non risponderà di sicuro?: ...di sicuro non so...tutti potrebbero sorprenderti...

37) e chi sei sicuro risponderà?: come sopra...le sorprese ci possono essere in entrambi i sensi...

38) di chi vorresti leggere la risposta?: se chiedo è perchè voglio sapere...quindi di tutti...

39) profumo preferito?: dipende da come mi sento...

40) sport preferito?: direi tennis...ma non posso più praticarlo...ora sono sul Pilates e sulle costruzioni coreografiche...

41) timida od estroversa? : da timidona sono diventata estroversa...

42) mare o montagna?: nata in montagna e vivo al mare...non posso scegliere....

43) hai paura della morte?: della mia? no...

44) a che ora vai a letto di solito?: 23.30 di solito...ma leggo sempre e vado oltre...

45) cosa vuoi dire alla gente che leggerà questo test?: se avete letto tutte le risposte...siete propio dei gran curiosoni...:-)

Baldorie

07 settembre 2007

Nell'aria stanotte c'è uno strano odore...
Nell'aria stanotte piccole luci salgono lentamente verso il cielo...come tanti desideri che chiedono di essere esauditi...
nell'aria stanotte ci sono i gridolini di gioia e di stupore dei bimbi....
come un grande girotondo...
tutti intorno al fuoco che alza al cielo le sue lingue rosse...
E forse non ci sono solo gli occhi che si vedono intorno intorno a danzare...
forse c'è altro

Stanotte il buio sarà meno denso...e forse farà meno paura...
...stanotte...

Stanotte...la notte delle Baldorie





?!?!?!

06 settembre 2007

Ieri sera ho visto un film...ero preparata a qualcosa di duro...ma non ero preparata ad essere invasa da questa sensazione che non riesco ad esprimere a parole...
Il film è "4 mesi, 3 settime 2 giorni"...non va commentato....va visto...muove qualcosa dentro...
un'unica considerazione...
senza sogni...senza magia...è solo grigia la vita...e dura...come un pezzo di ferro che ti sbatte sui denti...

Calore...e Fuoco...

28 agosto 2007


..I soliti riti quotidiani...sveglia...caffè...scelta dei vestiti...la solita strada...la macchian la conosce a memoria...potrei guidarla ad occhi chiusi...gli stessi luoghi...le stesse persone...a volte il rientro ha un che di melanconico...ma in certi momenti percepisci una sorta di rassicurazione...ti senti protetto dal quotidiano...dalla routine...quel calore ti appartiene...è la tua culla...il tuo bozzolo...

Quanto durerà?

Chi può dirlo...fino a quando il desiderio di nuovo non comincia a bruciare l'anima...


...

21 agosto 2007

Un poeta forse saprebbe scegliere le parole più belle
un pittore forse saprebbe dipingere il quadro più espressivo
Uno scultore forse saprebbe scolpire il tuo viso con l'espressione più appropriata
....ma...
io non sono un poeta
io non sono un pittore
io non sono uno scultore
...
sono semplicemente la tua amica
che ha fatto con te i primi passi
che ha imparato a leggere con te
che si è rotta la testa con te
che si è sbucciata le ginocchia con te
che ha vissuto con te le illusioni del primo amore
che ha lottato con te di fronte alle difficoltà della vita
che ha amato con te la vita
....
ma mi hai lasciata sola a piangere lacrime amare
mi hai lasciato da sola nel dolore
mi hai lasciato sola a chiedermi perchè
perchè ti è stata tolta la possibilità di vivere


A Sandro...scomparso un anno fa...ti voglio bene...

...Feriae Augusti...

15 agosto 2007



...bhè...è facile capire che anche il nostro Ferragosto ha origini antiche...molto antiche...e nonostante sia nel nostro immaginario un giorno dedicato assolutamente alla vacanza e alle gite fuoriporta, hha delle origini che ne giustificano tutti i significati...
Gli antichi romani nel mese di Agosto festeggiavano il raccolto, ringraziando con feste e banchetti la divinità preposta a proteggere i raccolti, Conso...si adornavano anche gli animali che avevano aiutato nei lavori e si lasciava loro un periodo di riposo....i padroni ringraziavano i loro lavoratori con una mancia, una gratifica...(magari chi ai nostri giorni prende la 14-esima ci si ritrova un pò....)
Nel 18 a.C. le Feriae Augusti (Riposo d'Agosto) in onore di Ottaviano Augusto, divennero Augustali...e nella tradizione pagana sono stati giorni di festa sempre molto sentiti....forse è per questo che, non potendo e non riuscendo a sradicare tradizioni così forti, la Chiesa ha fatto un maquillage anche a questa tradizione e a questi riti, mettendo in questo giorno i festeggiamenti per l'assunzione di Maria....
E ancora una volta si mescolano tradizioni 'pagane' con tradizioni 'cristiane'...però mi viene da pensare che forse questo è il giorno di festa dell'anno in cui la parte 'pagana' la fa ancora da padrona....
Buon riposo allora....:-)

Prendere i Desideri al Volo

09 agosto 2007

Relax finito...sto tentando di atterrare di nuovo sul quotidiano...ho ancora due o tre giorni per adattarmi di nuovo al quotidiano...ma nel frattempo c'è un evento ancora da osservare quest'anno...c'è la notte di San Lorenzo, o notte delle Persiadi...
Vi viene in mente qualcosa di più magico di un naso all'insù, uno sguardo pieno di meraviglia per ammirare tracce di fuoco nel cielo?
Bhè...io credo che non ci siano tante altre cose che possano superare tale bellezza...
La notte di San Lorenzo, o il periodo prissimo a questo giorno, è la notte in cui le Persidi passano dalle nostre parti donandoci uno spettacolo meraviglioso...nuvole permettendo...
Mi sono chiesta perchè gli antichi non vedvano di buon auspicio questo fenomeno....i greci addirittura interpretavano questo segnale 'divino' come nefasto...e il re veniva additittura deposto...nell'antica Persia le stelle cadenti erano interpretate come fenomeno legato alla battaglia tra il bene e il male, le stelle cadenti erano una specie di spiriti malvagi inviati dal male per attaccare il bene...i luterani li vedono ammonizioni per l'uomo, cattivi presagi...nell'interpretazione dei sogni sognare stelle cadenti significa un prossimo distacco da qualcuno o qualcosa...meno male che c'è anche qualcosa di più positivo...per gli indù le stelle cadenti sono anime che tornano per reincarnarsi...nella tradizione di alcuni paesi della Lorena invece sono anime del purgatorio che chiedono una preghiera...
Infine la tradizione cristiana le associa alle lacrime di San Lorenzo o ai carboni ardenti del rogo su cui fu martirizzato...
A me piace credere che non siano meteore, ma stelle che fanno l'ultimo loro viaggio...e mi piace l'idea di affidare a loro, nel loro ultimo viaggio in qualche parte dell'Infinito qualche desiderio...d'altra parte sogni e desideri sono forse meno importanti del quotidiano?
E voi...quali desideri affiderete alle stelle?

Che fatica...

23 luglio 2007

Eccomi qui...ci sono...non sono sparita facendo qualche pozione venuta male...:-)

Sono un pò assente per una serie di impegni...e vi dirò che uno richiede veramente tutte le mie forze...ed anche degli extra....
Sono alle prese da alcuni giorni con due pulzelle diciottenni a cui badare...scombussolata tutta la vita da strega 'solitaria', sono entrate prepotentemente nella mia vita tranquilla e beata in cui io ero al centro di tutto il mio mondo...richiedono impegno fisico e anche altro....e la stanchezza si fa sentire....con secoli e secoli sul groppone non è mica facile non dormire mai, portarle a giro, lavorare e soprattutto avere quattro e più occhi...perchè possono veramente far danno...basta girare gli occhi qualche secondo che te le ritrovi tranquillamente a chiacchera con qualche sconosciuto...d'altra parte hanno dalla loro la spavelderia dell'età...e una leggerezza con cui affrontare la vita che fa invidia...si stava pensando con una mia amica di farci dare ripetizioni di...'public relation' diciamo così...:-)
Ah...beata gioventù...

Invito Raccolto!!!

16 luglio 2007

Invitata da Freespiritman e da Simone B. non posso esimermi dall'accettare il Meme e rispondere alle domande...e lo faccio con piacere...premettendo che la parola vacanza è un pò restrittiva per i miei gusti...rispondendo alle domande spiegherò perchè....

1. Vacanze al mare o in montagna

Ho la fortuna di vivere al mare, ma sono nata all'ombra di due montagne magiche, Gran Sasso e Maiella, il mare lo vivo tutto l'anno, la montagna risponderò nelle domande successive...la risposta a questa è scegliere un posto che non conosco, che mi attira per la sua storia, le sue bellezze naturali, la sua atmosfera, la gente...

2. Cosa apprezzate di più delle vacanze

La possibilità di conoscere vite diverse dalla mia...storie raccontate e immaginate diverse da quelle che vivo quotidianamente...scoprire sapori, odori, vedute, visi che non incontro tutti i giorni...

3. Se ci andate, dove andate quest'anno, e in che periodo

Quest'anno ho già fatto una settimana in un villaggio in Sardegna con i bimbi dell'Associazione Quelli che non..., un bellissimo e stupendo viaggio a Lisbona, ma le vacanze vere e proprie, quelle che si associano a relax, rigenerazione, le farò nella mia stupenda terra natia, sulle sponde del mio lago, tra gli scoiattoli, i caprioli, l'incanto dei boschi, il verde delle distese degli altipiani, la suggestione degli eremi e dei castelli diroccati del mio Abruzzo...e chissà...magari prima della fine dell'anno, un altro viaggetto...;-)

4. Quale vacanza sognate

Si dovrebbe esser capito che alla parola vacanza io preferisco viaggio...il viaggio che sogno....bhè, uno l'ho già fatto...il Cammino di Santiago...un viaggio unico e irrepetibile nelle sensazioni vissute, nei cambiamenti che ha apportato in me...nello splendore delle porte del tuo io più nascosto che hai la possibilità di intravedere....il viaggio che sogno è un giro del mondo a tutto tondo nei posti magici e misteriosi che da sempre mi hanno affascinato, ci vorrebbero un paio di mesi...Rosslin, Renne le Chateau, Monastero di Vaerne, le Piramidi Egiziane, le città Azteche, i resti della civiltà Maya...

Direi che ho risposto a tutto...;-)
Ora dovrei invitare altre quattro persone...il compito più arduo...
Vediamo un pò...
il primo estratto è il Mago
il secondo estratto è Baol
il terzo estratto è Skiopone
il quarto estratto era Simone B....che però mi ha anticipato e addirittura chiamato in causa...quindi chiunque passi di qui e trovi simpatico continuare la catena, può ritenersi chiamato in causa e rispondere....:-)

La foto che allego è mia...ed è un esempio di quello che la mia terra mi offre per il relax...

Vittima di una magia

11 luglio 2007

...può sembrare strano, ma è così che ci si sente dopo aver visitato una città come Lisbona...parola di Strega...
E' difficile trovare le parole per descrivere la bellezza di questa città...una bellezza che è fatta di tante cose...colori...odori...sapori...sorrisi...spazi...
Lisbona è una città dove si sta sospesi nel tempo...si passeggia nei secoli...radicata nel passato e proiettata nel futuro...è sospesa nello spazio...dalle anguste viuzze dell'Alfama allo spazio di una porta sull'Oceano...gli opposti in questa città creano qualcosa di veramente magico e ammaliante...
L'atmosfera è unica...sarà stata la predisposiozione, sarà stata la compagnia...ma raramente la realtà supera le attese...la Magia non si può raccontare...la Magia di questa città va vissuta...


La Città dei Garofani Rossi

01 luglio 2007

L'energia del Sole in questo periodo mi è proprio servita, visto che ho avuto giorni intensissimi...ma è arrivato il momento di una pausa...
Lucidata la scopa, preparata la sacca da mettere in spalla, mi appresto a visitare una città che immagino bellissima...in bilico tra passato e futuro...
Una città che è stata in grado di fare una rivoluzione contro una dittatura mettendo garofani rossi nei fucili...
Una città affacciata sull'Oceano, considerato dagli antichi la fine del mondo conosciuto...città da cui tanti sono partiti, e in cui tanti sono tornati...è la dualità del porto, secondo me...
Lisbona sarà bellissima da vedere, da vivere, soprattutto perchè vado con l'apprendista strega, che ormai vola da sola...e tanto apprendista no lo è più...:-)
A presto bloggers...

Notte magica...ovvero il Matrimonio di Sole e Luna

23 giugno 2007

I raggi perpendicolari del Sole hanno scaldato tutta la Terra in questi giorni, i giorni del solstizio d'estate al culmine dei quali c'è la Notte di San Giovanni, per quattro giorni è sorto e tramontato sempre nello stesso punto, come succede anche a dicembre dove il culmine si ha il 25.
Queste date non vi ricordano niente? San Giovanni, il Battista, Cristo, il Redentore...
il Battista è nato nel giorno opposto a quello del Cristo...
il Battista ha battezzato Cristo suggellando una sorta di passaggio di poteri...e le date scelte dal cristianesimo affondano le radici in antiche tradizioni e riti...
Riti che vanno al di là del tempo e delle culture...la notte del 24 giugno è magica...è la notte del matrimonio del Sole, simboleggiato dal fuoco, con la Luna, simboleggiata dall'acqua...


I riti di questa notte sono legati al fuoco e all'acqua...o meglio alla rugiada che questa notte spargerà sulla Terra...
Il Fuoco propizierà con il fumo la fertilità dei campi e proteggerà con il fumo il bestiame dalle malattie, l'acqua la renderà fertile...ma la rugiada di qeusta notte renderà le donne splendenti...
Stanotte si raccolgono poi erbe particolari, elicriso, artemisia, ruta...erbe per preparare pozioni e filtri da usare tutto l'anno...perchè in questi pochi giorni del periodo solstiziale le erbe hanno tratto dalla terra e dal sole particolare forza e potere...e hanno il dono di alleviare i dolori degli uomini...raccogliete una felce stanotte e tenetela in casa...farà bene ai vostri guadagni...
Dovrò svolazzare molto stanotte...l'ora si avvicina...voooooloooo!!!!!!!

Arancio, menta e rame

17 giugno 2007

Sono stata un pò assente ultimamente...ho avuto un periodo, anzi ho un periodo, veramente denso di impegni...troppo direi...mi sento una specie di burattinaio che deve tenere le fila di tanti burattini per portare avanti uno spettacolo...e a volte le dita non bastano...
Mi piace essere impegnata, mi piace essere stanca e soddisfatta di quello che ho fatto, ma oggi ho dovuto dire 'stop'...
Oggi mi sono concessa una intera giornata da sola per pensare, riflettere, ricalibrare le cose...arancio menta e rame...
Arancio, colore per eccellenza di ottimismo e vitalità
Rame, catalizzatore di vibrazioni...sicurezza e flessibiltà
Menta, fresca menta, che favorisce le relazioni interpersonali , ma è una preziosa alletata per la serenità e la pace interiore
E la mente a correre tra le montagne che mi hanno visto crescere...

...Istanti...

07 giugno 2007

...E' strano come a volte debba succeder qualcosa per ricordarci che il tempo che ci è concesso in questa vita è fatto di singoli istanti...Ed è un istante che può decidere a volte tutta una vita...




...questo istante l'ho fermato io...

La valigia del ritorno...

03 giugno 2007

Finalmente a casa...di nuovo....
Amo viaggiare...amo visitare nuovi posti, scoprire realtà diverse, entrare in contatto con le tradizioni e i luoghi che visito...ma amo anche tanto tornare a casa...
Bhè, questo è stato un viaggio un pò diverso dal solito...come già accennato ho accompagnato dei bimbi meno fortunati a fare una esperienza entusiasmante per loro, una settimana intera in un villaggio vacanze, una specie di realtà che li isola dal resto del mondo, ma che contemporaneamente li fa socializzare e permette ad alcuni di vivere esperienze che mai avrebbero avuto la possibilità di vivere, lasciando per un pò da parte la loro vita che non è bella come dovrebbe.
Sono tornata a casa stanca, molto stanca fisicamente e mentalmete, è impegnativo, almeno per me, sentirsi la responsabilità di tanti bimbi, stare attenti a che non si facciano male, e che non ne facciano ad altri, e tutti noi accompagnatori al rientro quando li abbiamo riportati tutti interi a casa, tiriamo un respiro di sollievo...
Stanca sì....ma tanto felice...ho avuto per me solo un pomeriggio libero per passeggiare tra le vie di Orosei, che mi ha sorpreso per la sua bellezza, ho respirato i profumi dei dolci tipici preparati con cura e maestria, ho ammirato un artigiano che fa coltelli con una lentezza che il nostro tempo non contempla più....ho passeggiato in una natura selvaggia, ostile, arida, ma che un pastore anziano ci ha svelato, con un amore nello sguardo che raramente avevo visto....ho accarezzato la testa di un asinello di appena un giorno...mi sono riempita delle emozioni di bimbi che nella gioia e nella meraviglia abbattono tutte le barriere che questa nostra società ha creato...
Mi sono sentita un pò strana nel cercare di rassicurare un bimbo che vive una vita tutta sua in cui fantasia e realtà non hanno nessun confine; una sera si è chiuso nel bagno del bar perchè erano atterrati degli Ufo che volevano rapirlo, in tre allora abbiamo simulato una specie di difesa, lui guardava dalla finestra e ci guidava, abbiamo mimato di indossare una tuta spaziale, camminavamo come se si fosse sulla luna, abbiamo sparato con dei grossi fucili all'astronave che si è levata in volo, poi abbiamo parcheggiato la nostra astronave e finelmente lui, ormai al sicuro, è uscito dal bagno per poter andare a letto, dopo ovviamente aver fatto un piano di guardia notturna....se ci ripenso ora mi vergogno per gli sguardi della gente che ci avrà preso per matti, ma mi sono divertita proprio tanto...
Mi sono commossa davanti ad uno spettacolo di Pinocchio con le musiche di Bennato, messo su in due ore dai nostri bimbi e dalla fantasia e passione degli animatori del villaggio, che, come noi, sono stati conquistati dalla gioia di questi bimbi, che con un sorriso sanno farti sciogliere...
Si...sono tornata, la valigia con i vestiti buttati dentro alla rinfusa...tanto sonno, la pelle dorata, e il cuore e l'anima piene di emozioni...penso che possa bastare per dire che il viaggio è stato meraviglioso....

La valigia sul letto...

25 maggio 2007


...Si...di nuovo la valigia sul letto...ma ormai solo per vacanze...parto per una settimana...
Un oggetto strano...la valigia...ne sono affascinata...si...subisco il fascino di alcuni oggetti che tra di loro non hanno nessuna relazione...
I bicchieri di cristallo con il gambo lungo...sottili...sensuali se di cristallo liscio...opulenti se lavorati o colorati...
Le pentole di ogni forma e dimensione...ricordo ancestrale di pentoloni per le pozioni...(?)...:-)
Le borse grandi...alla Mary Poppins...ci posso infilare tutto e all'occorrenza tirare fuori il necessario...anche se trascinarle dietro è faticoso...
Le scarpe con tacchi vertiginosi...
...e le valigie...le valigie possono contenere una vita intera...o forse più...
Sono stata per tanto tempo con la valigia sempre aperta...poi mi sono sentita prigioniera del loro senso di precarietà...ho messo radici...e ora a parte qualche rara eccezione, la valigia è solo l'inizio di un viaggio...quindi...oltre ai vestiti che alla rinfusa metto dentro...di solito lascio sempre tanto spazio...per i sogni...le aspettative...e per tutti i ricordi belli da mettere dentro al ritorno...

...Ascolta...

19 maggio 2007

Bhè...mi viene da sorridere...l'altro post aveva come titolo '....shhhh....', mentre questo '...Ascolta...'...strani legami...
Non credo al caso...credo che ci sia sempre un motivo per gli eventi, per le reazioni, per le azioni, per i bisogni che che a volte nascono dentro di noi....
Nonostante io sia una strega, vivo in questo secolo, e come ben potete immaginare, le streghe non vivono più nei boschi, non hanno dei pentoloni dove rimestano pozioni magiche tutti i giorni....una strega moderna vive in un condominio, guida, lavora, va in palestra, ha una vita di relazioni, fa la spesa al supermercato..insomma è una normale donna del nostro secolo...ma allora cos'è che fa di una normale donna una strega?...Così, mi verrebbe da dire che la differenza la fa l'impostazione culturale nei confronti della vita...si vedono altre cose, oltre il velo del reale, del tangibile...oltre ovviamente ad una modalità di affrontare la vita credendo ciecamente nelle potenzialità del bene...una strega bada a sè stessa tendenzialmente solo con le proprie forze...ricorre agli altri solo se strettamente necessario, deve stare attenta a non trovarsi in situazioni difficili solo perchè è stata un pò superficiale e trascurata...una strega è una donna sensibile, intelligente, calma e pacata, sempre sorridente...e cosa fondamentale, vede sempre il lato positivo delle cose....niente la abbatte...e la cosa fondamentale di essere strega: cercare di far andare le cose della propria vita come desidera lei...ma solo della sua vita però, sia ben chiaro...nessuna coercizione o imposizione agli altri... (Wow...mi sono descritta in maniera fantastica...;-D...perdonatemi questo eccesso di autostima...che anch'esso fa parte dell'essere strega...:-))
Ma a volte tutto questo è estremamente faticoso...le energie richieste sono tante...ultimamente avevo postato il bisogno del silenzio...il silenzio è magico...si ascoltano suoni senza suono, si aprono squarci interiori che lasciano intravedere mondi strani...
Ho ascoltato ... questa è la formula magica per eccellenza ... Ascolta ... il mio corpo mi ha chiesto una pausa...
Da buona strega, oggi gli concederò quello che mi ha chiesto ...pausa... relax... coccole... seta... vento... mirra... vaniglia... fiori... piume...


Oggi voglio fluttuare...come questi miei fiori...


...shhhh...

15 maggio 2007

....silenzio....
Stasera sento il bisogno del silenzio...avete mai provato ad ascoltare il silenzio?
Io si...ed è una musica meravigliosa...un vortice infinito fatto di vibrazioni senza suono...

Questo è come io visualizzo il mio silenzio

Il mantello II Parte

04 maggio 2007

Ed eccomi di nuovo qui per continuare la nostra storia....:-)
(Prima Parte)


II Parte

Il mercante dormì di gusto quella notte, e tutte le notti seguenti.
Le sue giornate erano diventate sempre più piene di impegni...e le notti dormiva profondamente.
Non ricordava assolutamente niente dell'incontro alla fontana, ma stranamente, da allora, la sua vita aveva preso un'altra piega...era in pace con il mondo, tutto gli sembrava meraviglioso, meraviglioso l'amore con sua moglie, meravigliosi gli occhi dei suoi figli che scoprivano la vita giorno per giorno, meravigliosa la vita che gli si apriva davanti ogni mattina al sorgere del sole...
I suoi affari andavano a gonfie vele, ad ogni fiera o mercato di bestiame sempre più clienti si rivolgevano a lui, sembrava quasi che le sue capacità di convincere la gente fossero improvvisamente aumentate...la vita gli sorrideva....
Una notte, tornando da una fiera, fu sorpreso nel mezzo del cammino, da un forte temporale...il cavallo era irrequieto, i lampi e i tuoni lo agitavano molto...ma la strada era deserta, non sapeva come calmare il suo stupendo animale, e anche lui cominciò a sentire una certa inquietudine...
Avvistò da lontano una luce
-Forse una casa - pensò - magari potrò trovare un pò di riparo -
e leggermento rinfrancato e con il cuore pieno di speranza, si diresse verso la luce.
Effettivamente in breve tempo avvistò una casa, nè bella, nè brutta, nè vecchia, nè nuova, una casa di contadini, come se ne poteva incontrare lungo le strade di montagna che collegavano paesi distanti tra di loro.
Speranzoso, accarezzò il suo cavallo e bussò alla pesante porta di legno.
Un contadino, un uomo come tanti, gli aprì la porta e, vedendolo in quelle condizioni, sotto quel temporale, senza neanche dargli il tempo di dire una parola, gli aprì la porta, dicendo
- Sei il benvenuto, forestiero -
Ripararono il cavallo nella stalla e poi fu invitato a scaldarsi e asciugarsi davanti ad un camino...
Il mercante si guardava intorno, in quella casa sconosciuta, con un uomo sconosciuto che lo aveva accolto, si sentiva stranamente bene, circondato da uno strano calore...
Le fiamme nel camino gli scaldarono le ossa, e poco a poco uno strano calore si impossessò anche della sua anima...
Il contadino era piuttosto silenzioso, disse solo
- Tra poco rientrerà mia moglie e ci preparerà qualcosa da mangiare -.
Restarono ancora un pò in silenzio a guardare le fiamme...la porta si aprì ed entrò una donna, nè giovane, nè vecchia, nè bella, nè brutta...una contadina come tante...
Uno strano brivido percorse la schiena del mercante...il mantello che la donna si tolse dalle spalle gli aveva provocato uno strano tremito interno...ma pensò che fosse un brivido dovuto al freddo che aveva preso...
La donna scomparve in una stanza e in men che non si dica portò a tavola una pentola con un succoso stufato per cena....
Si sedettero a tavola...la donna riempì un piatto di stufato e nel porgerlo al mercante per un attimo le loro mani si sfiorarono e i loro sguardi si incrociarono: il tempo si fermò, il mondo reale circostante scomparve e da quegli occhi nocciola in un lampo apparvero tutti i colori del mondo e tutte le esperienze di mille vite vissute...un attimo, niente di più di un attimo...
Il mercante stavoltà oppose tutta la resistenza che la sua mente potè fornigli e con bramosia allungò la mano per toccare quella donna...solo la punta del dito indice sfiorò la mano della donna, un secondo, la donna si ritrasse e il suo sguardo divenne di ghiaccio...l'indice bruciava come una ferita fatta da un ferro rovente...
Mangiarono in silenzio, il temporale era passato e il mercante riprese la strada di casa...ma un tormento ardeva come un fuoco dentro di lui...quella notte non dormì...
Non dormì neanche la notte seguente...uno strano fuoco lo stava divorando dentro...piano piano nella sue mente tutto cominciò a tornare al posto giusto...ricordò la donna della fontana, ricordò quegli occhi...ricordò il mantello...e capì che da quel giorno tutta la sua vita era cambiata, tutto andava a gonfie vele...siiii...era lei...la donna del mantello...la donna che gli aveva cambiato la vita...ora si...ora lui sapeva...che strano fascino aveva la consapevolezza di aver ricevuto quel dono...la sua fantasia cominciò a galoppare...avrebbe potuto sfruttare molto di più ora le sue capacità e avrebbe potuto fare soldi a palate...
Avrebbe...ma così non fu...giorno dopo giorno cominciò la sua lenta discesa...gli affario tornarono a languire, tanta fatica per venedere qualche capo e ricavare ben poco per sfamare la sua famiglia, la casa gli apparve di colpo vecchia e malandata, la moglie era sfiorita, curva sulla vita, i bambini non facevano che martellargli la testa con i loro pianti...
Il mercante non riusciva a farsene una ragione...non si spiegava tuti questi eventi...
Ad una fiera c'era una specie di veggente, cartomante...circospetto si sedette sul panchetto un pò sgangherato della vecchia e si fece leggere la mano...la veggente cambiò espressione non appena ebbe preso nelle sue mani quella del mercante...le sue dita ricurve, con la pelle raggrinzita, sfiorarono quella specie di bruciatura sull'indice e con severità guardandolo negli occhi disse
- Mi dispiace amico, oggi non è il tuo giorno fortunato...non saresti dovuto venire da me - .
Il mercante fece una risata nervosa e disse che non credeva affatto a certe cose, quindi qualsiasi cosa gli fosse stato detto, lui non ci avrebbe creduto...
ma la veggente, con un sorriso triste gli disse
- Amico mio...tu hai fatto qualcosa con il cuore, sei stato toccato dalla magia di una potente strega...sei stato molto fortunato...ma...-
- Ma cosa? - disse a questo punto il mercante impaziente
- Ma - ripetè la veggente - non hai saputo accettare il dono. La tua curiosità ha rovinato tutto...hai voluto sapere la verità, hai voluto sfidare un potere che non ti è dato conoscere...ma soprattutto non ti sei mostrato degno di questo regalo...e il regalo così come ti era stato dato...ti è stato tolto -
- ah...chiacchere....solo chiacchere - disse il mercante alzandosi...ma una strana angoscia si impadronì di lui....
Sulla strada del ritorno, si sentì sulle spalle la stanchezza di tutta una vita...capì...capì che aveva osato sfidare poteri che non erano per lui...ma soprattutto capì che la sua avidità aveva rovinato tutto...e mesto tornò alla sua triste vita...

The End

La mia nonna mi raccontava questa storia con nomi e cognomi di persone e dettagliate descrizione dei luoghi della stoia, luoghi che io ben conosco, e conosco anche i figli del mercante...è certo che la storia di quella famiglia ha avuto per un breve periodo un picco di fortuna, ed è certo che hanno molto sofferto la povertà in un periodo successivo...la mia nonna mi diceva sempre che certi doni non sono per tutti...

Le streghe sanno ricompensare degnamente chi fa loro del bene...ma guai a chi cerca di approfittare di loro...sono destinati alla sconfitta...




Il mantello I Parte

26 aprile 2007

Questa è un'altra storia che la mia magica nonnina mi raccontava le sere d'inverno...davanti al camino...lei mi teneva sospesa tra due mondi per ore...io tenterò di portarvi con me in un'altra dimensione...



Prima parte

- Ancora un'ora di cammino e finalmente saremo a casa - disse il mercante di bestiame, accarezzando il collo del suo magnifico cavallo.
Il viaggio di ritorno era stato lungo e faticoso, ma le vendite erano andate bene, alla fiera aveva piazzato tutto il bestiame e aveva preso contatti per nuovi affari...
Cominciava ad imbrunire, lungo la strada sterrata nessuno che incrociasse il suo cammino...solo i rami degli alberi che si protendevano come braccia di misteriosi esseri e suoni di animali nascosti tra le fronde...
Il suo sguardo, dietro una curva, si pose su di un pozzo, che lungo la via, faceva da ristoro per i numerosi viandanti...
Il mercante decise di fare una sosta, il cavallo sembrava esausto ed anche a lui avrebbe fatto bene un pò di riposo e un sorso di acqua fresca.
Scese da cavallo e tirò su la corda con il secchio di acqua...il cavallo nitrì...il mercante lo accarezzò per calmarlo, ma il cavallo scuoteva le orecchie, agitava la coda, dimenava il capo e le briglie tintinnavano nel silenzio quasi irreale che li circondava...Il mercante cominciò a percepire anch'egli qualcosa nell'aria, sembrava tutto fermo e immobile...iniziò ad agitarsi anche lui...un brivido gli passò lungo la schiena...la cosa non gli piaceva per niente...
- Meglio allontanarsi -, pensò...
Senza bere neanche un goccio d'acqua, fece per rimontare a cavallo, ma un leggero fruscio dietro di lui lo fece bloccare...
Lentamente si girò e quello che vide lo lasciò senza fiato: davanti a lui una creatura di una bellezza indescrivile...i lunghi capelli corvini non riuscivano a coprire il corpo nudo, che la fanciulla tentava di nascondere con le mani e alcuni rami...mai il mercante aveva visto tanta bellezza, tanta dolcezza in una creatura...la cosa che però più lo colpì furono gli occhi...occhi nocciola, avrebbe detto, ma che quando fissò bene si rivelarono di tutti i colori...languidi...spaventati...occhi senza tempo...al mercante per un attimo parve di vedere in fondo a quegli occhi migliaia di vite vissute.
Il mercante rimase senza parole...tutto era immobile...e, completamente perso in quella visione, non seppe far altro che prendere un mantello che portava legato alla sella e porgerlo alla meravigliosa creatura, che lo prese e senza dire una parola, se lo avvolse intorno al corpo, lo ringraziò con un battito di ciglia...e con un fruscio, così come era apparsa, sparì di nuovo tra le fronde.
L'atmosfera magica sparì, così come si era creata...Il mercante si scosse da quella specie di torpore che lo aveva colpito...nell'aria non c'era più la magia...nella sua testa non c'era quasi più traccia di quello che era successo...nel suo cuore però c'era una fiamma nuova....non sapeva cosa fosse, non ne era neanche cosciente....
Riprese il cammino e arrivò a casa, dove lo aspettava la moglie...mise a posto tutto...e quando la moglie gli chiese dov'era il suo mantello, meravigliato di non vederlo alla sella del suo cavallo...rispose - Dev'essermi scivolato lungo il cammino e non me ne sono accorto -
Dormì di gusto quella notte...

....to be continued...

Lenzuola candide...

22 aprile 2007

Di lino...Fresche di bucato...Leggermente odorose di rosa...Pigiama di seta sulla pelle...Sensazione di benessere...
Questo è stato il mio risveglio...
Il bello della domenica mattina è proprio questo...aprire gli occhi...lentamente....sentire all'alba il canto degli uccellini piuttosto che il rumore delle macchine...restare lì...in ascolto...prendendo lentamente contatto con se stessi, con il mondo...i ritmi della vita non ti prenderanno stamattina, sei tu a dirigere l'orchestra...
Sarà semplicemente Just A Perfect Day...


Oggi sono così....

20 aprile 2007

...Così come?
Non trovo la risposta....
L'altro ieri è stato il mio compleanno, sarà l'effetto degli anni che passano?...Mah...non so...per una strega il passare degli anni dovrebbe essere poco problematico...un anno in più dovrebbe significare conoscenze acquisite, esperienze fatte, poteri conquistati...altri problemi non ce ne dovrebbero essere, una strega non invecchia, non ha problemi di rughe, non ha problemi di cambiamento dell'aspetto...e infatti questo non è un problema...anche questa volta quando ho detto l'età di questa vita, la sorpresa e l'ammirazione si è impradonita degli occhi dell'interlocutore...non è questo...c'è altro dentro di me che...si è messo in moto qualcosa...sento che qualcosa sta vorticosamente girando...posso intuire i movimenti dentro di me...
Ecco...sono agitata...forse questo è il termine un pò più appropriato...ma per ora è tutto sfocato...

Una storia....

14 aprile 2007

Buongiorno....sono tornata!!!!

Si....dopo una settimana nella mia terra natia, sono tornata nella terra d'adozione....Non saprei assolutamente scegliere tra le due...in maniera diversa sono visceralmente legata ad entrambe...una mi ha formata, ha visto i miei primi passi, ha costruito le mie fondamenta, l'altra ha dato modo alla mia personalità di esprimersi...
La permanenza tra le colline e i monti della mia terra è stata molto intensa questa volta...il calore della mia famiglia mi ha proprio rigenerato....e inoltre ho avuto occasione di vivere emozioni intense, ho avuto un incontro inaspettato con un animale bellissimo, un capriolo credo....superbo...credo che i suoi occhi languidi e orgogliosi non li dimenticherò facilmente...
Sono stata molto in famiglia...specialmente la sera in cui davanti al camino si parlava tutti insieme...con i racconti di mamma e papà di cose strane e vecchie storie che i nonni una volta raccontavano ai nipoti...ne voglio raccontare una, molto particolare...riguardante le streghe...ovviamente...
Premetto che la mia mamma come dice sempre non crede in certe forze, non ci credeva quando le è capitata questa cosa, non ci crede ora, però, come dice sempre lei, è stata sottoposta a questa prova a cui non riesce a dare una spiegazione.
Anni 50...mio fratello era nato da un paio di mesi...bimbo bellissimo...una sera, mio papà andò al cinema, la mia mamma era rimasta sola a casa...in campagna allora non c'era ancora l'elettricità, quindi si usavano le candele...bene, la mia mamma, preparò mio fratellino per la notte, gli tolse i vestitini, li poggiò su una cassapanca, mise la candela sul suo comodino e la spense per dormire...Quando mio padre rientrò non trovò la candela al solito posto, e dovette spogliarsi al buio...La mattina quando mia mamma si alzò, la candela era introvabile, mio fratello dormiva al contrario nella culla ed era tutto attorcigliato tra le lenzuola e le coperte, scarmigliato...la mia mamma dice che fece fatica a tirarlo fuori dal lenzuolino e dalla coperta che lo stringevano...il letto era poi tutto striato di nero...quello del moccio della candela...e i vestitini di mio fratello non c'erano più....la mia mamma uscì allarmata con il bimbo in braccio e chiamò la mia nonna, donna particolare...con conoscenze ancestrali...lei per prima cosa lavò e purificò mio fratello, poi si lavò lei, ed entrò in camera....sotto il materassino della culla trovò i vestitini tutti attorcigliati con in mezzo la candela...
Chi aveva potuto fare ciò? Di certo non un gatto entrato furtivamente...secondo la mia nonna era stata una strega che voleva mio fratello...e allora contro il volere di mia mamma, a mio fratello fu preparato 'lu brehe', un amuleto fatto da mia nonna apposta per lui, con piccole cose racchiuse dentro un sacchettino di tela tessuta a mano dalla mia mamma contenente alcuni oggetti particolari....questo amuleto fu indossato da mio fratello a pelle per parecchi anni...e le streghe non tornarono più a fargli visita...
Paura eh?!?....Vi assicuro che la sera davanti al camino quando senti raccontare certe storie...anche se sei la persona più razionale di questo mondo...un brivido ti percorre la schiena...e voi....voi...ci credete alla Streghe?

Il Viaggio

04 aprile 2007

Oggi sono in fibrillazione...sto raccattando le ultime cose prima di partire...si...dopo tanto tempo riprendo la strada di casa...torno alle mie radici...
E' tanto che manco...e mi accorgo solo ora, prima di partire, quanto mi manchi la mia terra...assaporerò l'attesa attraversando l'Italia in macchina, cullata dalla musica che preferisco; i paesaggi sostuosi e voluttuosi delle colline toscane mi chiameranno, come le sirene fecero con Ulisse....i miei occhi saranno presi dalla sensualità di quelle curve...ogni volta mi riprometto di programmare un week-end per cedere alle loro lusinghe....poi appare l'Umbria...più modesta, umile direi, sospesa tra la terra e il cielo...e il Lazio...a ricordare che un tempo era la culla della civiltà...superbo direi....e infine il mio Abruzzo...verde...orgoglioso, ma buono e tenero del darmi il benvenuto, con un pizzico di rimprovero per la lunga assenza...il broncio del Gran Sasso, e il caldo abbraccio materno della Maiella...respirerò a pieni polmoni...sentirò il sapore della mia aria...felice di essere tornata...di nuovo...per perdermi nell'abbraccio dei miei affetti...

La forza delle immagini

01 aprile 2007

Eccomi qui, non sono sparita...ci sono sempre, è che a volte il pentolone delle pozioni fa brutti scherzi, le esalazioni mi fanno perdere un pò la strada e così tra un post e l'altro passa un pò di tempo, giusto quello necessario per tornare a capire qual'è il tempo in cui vivo...e questo è il tempo della Rete...delle comunicazioni in tempo reale...della condiviosione delle informazioni....
Ieri sera invece ero in un altro tempo...ci sono andata grazie ad un film meraviglioso...un film che è una storia romanzata di un avvenimento cruento, storia di un sacrificio di pochi per difendere i diritti di molti, lottando fino alla morte peri loro ideali...
Ieri sera ho visto 300...un film stupendo...non solo per la storia narrata, dove un gruppo sparuto di eroi va incontro alla morte certa pur di non abbassare il capo e non inginocchiars davanti all'oppressione di uno straniero....Ma questo film non è solo questo, questo film è un gioco meraviglioso che il regista fa con i colori, con le forme e con le immagini...e secondo il mio modesto parere in alcuni tratti le immagini hanno rasentato se non raggiunto, la perfezione...i corpi statuari dei guerrieri spartani, i loro muscoli fluttuanti in gesti atletici perfetti, le immagini che rallentavano e acceleravano in un ritmo incalzante...e i colori scelti per dar risalto a questo o quel particolare...una serie di flash che si insinuano negli occhi e vanno dritto a piantarsi nel nostro cervello rimanendo impresse come tele di pittori....
La sequenza delle immagini è rutilante, giusto pochi momenti di pausa tra un quadro in movimento e un altro...
C'è poco spazio per i contenuti della storia, secondo me, anche se c'è sicuramente l'esaltazione dei principi di fedeltà, dell'attaccamento alla patria, della difesa della libertà, della famiglia...il bello di questo film non è la storia, il bello di questo film sono le immagini, che entrano come le lance scagliate dagli spartani e si conficcano dentro la nostra testa...lasciando una sorta di strana eccitazione...

...Colori...

27 marzo 2007

...su tela...meravigliosi...
Domenica sono stata rapita dai colori...La giornata era iniziata decisamente nel segno del grigio, sotto la pioggia, ma non mi sono lasciata abbattere...con un manipolo di fidi siamo partiti alla volta di Firenze...Una parentesi all'Ikea, e all'uscita alla pioggia e al grigio si era sostituioto un pallido celestino dovuto alla voglia del sole di squarciare le nuvole...
Il tuffo nei colori è avvenuto quindi alla mostra di Cezanne...ah...che meraviglia...a parte le prime due sale di dipinti modesti, le tre sale dedicate a Cezanne erano piene...piene di colori, di luce...assolutamente incredibile il tocco del pennello: rimango esterefatta davanti a poche pennellate che riescono a dare delle rappresentazioni meravigliose...in più il genio del pittore, che affascina con quella sua strana inconcludenza...capolavori bellissimi non finiti...da un lato pezzi di tela completamente bianca...si stufava forse? Non era soddisfatto di come gli era venuta l'opera e la lasciava lì? Mi sta simpatico per uesto...mi somiglia...;-)
E che dire di quelle ciliege della natura morta? Allungare la mano e prenderne una sulla tela, e poi un'altra e un'altra ancora...
Anche il Van Gogh in mostra...tanto di cappello...addirittura luminoso e chiaro...colori puri, diversi dagli altri Van Gogh che avevo già visto a Treviso nella bellissime due mostre a lui dedicate...
La giornata è finita nel segno del rosso...rosso peperoncino, quello che si usa in abbondanza nella cucina messicana, quello della sangria che va giù a meraviglia...quello dei lumini accesi a centinaia, quello del calori di quattro amici intorno ad un tavolo che mangiano condividendo tutto...:-)

Notte magica...

20 marzo 2007

....quella che sta arrivando...forse una delle più interessanti da questo punto di vista.

L'Equinozio di primavera, notte e giorno di ugual durata, segna l'ingresso del Sole nel segno dell'Ariete (tra l'altro il Mio Segno...) e la caduta dei valori lunari per far posto a quelli solari, con il legame al dio Marte, esaltazione di tutte le caratteristiche maschili fecondatrici...ma l'uguaglianza tra notte e giorno segna anche l'esaltazione e il perfetto equilibrio degli opposti, della dualità tra le forze maschili e femminili...la notte si presta quindi a riti che propiziano fecondità e rinascita...
Ed ora un piccolo excursus nella storia...
Gli Assiro Babilonesi dedicavano questo giorno al dio Tammuz, amante-sposo di Ishtar, che torna sulla terra in questo giorno dopo essere stato rapito dal regno sotterraneo...lunghe e complesse cerimonie precedevano l'arrivo ddell'equinozio...canti e finte battaglie contro la Terra, per aiutare Tammuz a tornare alla vita...
I Greci celebravano i Piccoli Riri Eleusini, a ricordare il ritorno di Persefone, figlia di Demetra, dal regno dell'Ade; questo a simboleggiare la rinascita dopo una morte mistica, della natura, la fecondità e la rigenerazione. I riti promettevano abbondanza, ricchezza, ma anche liberazione da angosce, dal dolore e un occhio di riguardo per ciò che sarebbe successo dopo la morte...
I Romani celebravano Mithra, dio della luce...e i Cristiani ci hanno associato la Pasqua.
Passano gli anni, cambiano le culture, ma i riti legati in qualche modo all'equinozio sono sempre legati al risveglio della natura, alla rigenerazione del corpo, la rinascita dello spirito...
Un'altra curiosità...i simboli della fertilità sono tanti, ma uno mi piace...l'uovo...
L'uovo racchiude all'interno la Dea (albume) e il Dio (tuorlo), mentre il guscio è la fusione perfetta di due simboli geometrici, cerchio e piramide, e racchiude e protegge i due elementi...a pensarci bene, tutto ciò che vive ha origine dalle uova: mammiferi, esseri umani, piante (il seme è protetto da un guscio...)...
Anche le uova di Pasqua non sono una novità allora...:-)
Buona notte...magica...fatta di incantesimi per la fertilità, per l'abbondanza e per il rafforzamento di legami...:-)

Nebbia

16 marzo 2007

E' venerdì sera...e sono veramente stanca...sono tornata a casa dopo il lavoro ed era una limpida sera dopo una giornata meravigliosa...sono uscita poco fa sul terrazzo e sono rimasta a bocca aperta...tutto è avvolto dalla nebbia...meravigliosa...
Ho sempre vissuto in posti dove la nebbia non è una costante...ora qui è veramente rara...mi affascina...tra i fenomeni atmosferici forse insieme alla neve, è quello che più mi piace...
La nebbia avvolge tutto ciò che noi consideriamo la nostra realtà...possiamo perderci nella nebbia, la nebbia azzera le distanze...la nebbia nasconde...la nebbia protegge...perchè la nebbia è come una immensa e sconfinata culla di nuvola dove rifugiarsi per trovare serenità...
Sono sicura che stanotte sognerò...

 
La Bruja - by Templates para novo blogger 2007